Cerca

Perchè?

Cortese Direttore, Buongiorno, ormai e' piu' di un anno che seguo quotidianamente il Vostro giornale e mi trovo sempre in accordo con le opinioni Vostre e degli altri giornalisti in quanto siete gli unici sempre imparziali e mai schierati, politicamente parlando. In luce della vostra imparzialita' pero', nei giorni scorsi, mi sono trovato stupito e un tantino deluso, nel constatare il fatto che in nessuno dei vostri articoli trattate la questione di Veneto Stato. Forse vi darete poco credito ai partiti indipendentisti veneti in seguito a dichiarazioni ed avvenimenti del passato, recente e non, che qualche Indipendentista, appartenente ad altri movimenti, ha fatto o detto. Ora, da cittadino Veneto, venni a conoscenza del movimento Veneto Stato tramite un mio stretto parente che dopo avermene parlato, mi porto' alla conferenza di Veneto Stato a Conegliano del mese scorso. Non voglio dilungarmi in cio' che e' stato detto nella conferenza in quanto viene ampiamente trattato e riassunto nel nuovo sito ( http://www.veneto-stato.eu ). Detto questo, con la presente e-mail la mia intenzione e' di invitarVi cordialmente a considerare sotto un'altra luce il suddetto movimemto, poiche' dopo gli avvenimenti dello scorso novembre in Catalogna e dei giorni scorsi in Scozia, a livello locale, Veneto Stato, sta raccogliendo sempre piu' adesioni. Io sono solo un giovane di 19 anni, che ha riscontrato nelle tesi di Veneto Stato l'unica via d'uscita per il mio futuro, ma sono una voce al di fuori del partito, ho firmato la petizione per la mozione per il referendum, ma non rappresento in alcun modo il movimento. A prescindere da questo, per principio, al contrario di molti miei coetanei, andro' a esprimere la mia preferenza di voto alle urne e sono anche stato convocato come scrutatore di seggio ed adempiero' anche a questo, nonostante tutto. Distinti saluti, Francesco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog