Cerca

Una pelliccia in meno val bene un posto di lavoro in più

Una pelliccia in meno val bene un posto di lavoro Pare che alcuni servizi pubblici (Polizia di Stato, Polizia Penitenziale,Pubblica Istruzione, Beni Culturali,Protezione Civile etc) abbiano carenze di organico che non possono essere coperte per mancanza di risorse finanziarie. Mi permetto far osservare un posto di lavoro pubblico, a carico dello Stato costa mediamente,per anno, oneri riflessi inclusi, € 29.000,00/30.000,00. Il costo indicato è solo virtuale perché allo Stato, della predetta somma rientra, conti alla mano, una somma pari a circa € 20.000,00 derivanti da: Cassa Pensione, Contributi Sanitari , IRPEF, IVA sui Consumi che faranno i nuovi assunti senza tener conto dell’incremento di consumi,beni e serzi, scaturenti dalla trasformazione dell’inoccupato in lavoratore e della nuova occupazione indotta (per produrre nuovi beni e fornire nuovi servizi) che mette in moto un circuito virtuoso. Anche lo scrivente, novello rag Fantozzi, può predisporre un prospetto contabile dimostrativo di quanto sostenuto. Da qualcuno verrà fatta questa osservazione: ma come finanzierà lo Stato l’ulteriore somma di 10.000,00 Euro per ogni dipendente assunto? A chi chiede come reperire i 10.000,00 €uro necessari per ciascun nuovo lavorratoreMi permetto indicare la possibile, e non certamente traumatica, maggiore tassazione con contributo di solidarietà del 15-20 % dei redditi sottoposti ad IRPEF limitatamente alle somme eccedenti i 120.000,00 € Euro ( certamente con un reddito costante mensile di 10.000,00 Euro si potrà pur vivere senza tanti sacrifici…. rinunziando forse a qualche pelliccia in meno all’anno o ad un gioiello regalato in meno o ad una suite per due notti con esort di alto bordo). Francesco Amoroso,uomo qualunque

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog