Cerca

THE DAY AFTER

Spett.le Direttore, In un paese normale, in cui la campagna elettorale si basa sul confronto tra i candidati e i programmi e non sull'insulto, difronte al risultato elettorale come quello uscito da queste elezioni politiche sarebbe normale sedersi e valutare ipotesi di convergenza sui programmi. In Italia, la campagna elettorale è talmente costellata di insulti, calunnie e bassezze varie, che presumo sarà piuttosto difficile che questo possa accadere, ma sarebbe senso di responsabilità provarci, senza però dover tradire il voto degli elettori. Mission impossible? Cordiali saluti, Loris Dall'Acqua Poggio Berni (Rimini)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog