Cerca

Le pecore vanno tosate ma non scorticate.

I prezzi della benzina e del diesel alla pompa, alla vigilia delle elezioni, sono aumentati. A Napoli con punte che arrivano fino a 2 euro per la benzina verde. La speculazione delle società automobilistiche approfitta di qualsiasi evento importante per incrementare i propri profitti. Comunque lo stato oltre a non riuscire a combattere la speculazione ha sempre usato il settore auto come "bancomat". Negli ultimi tempi si è superato ogni limite ragionevole. Dall'aprile 2011 all'agosto 2012, ci sono stati addirittura nove aumenti di accise sui carburanti. Però ora per lo stato è un vero e proprio boomerang. Infatti il crollo dei consumi di carburante ed il mancato incasso dell’iva, per la diminuzione delle vendite, portano nelle casse statali entrate minori alle previsioni. Da alcuni anni, è stata sostituita la tassa di "circolazione" con la tassa di "possesso" . Come per dire che l’automobilista ha solo il diritto di "possedere" e non di circolare con la propria auto! Ma le pecore, dicevano i romani, vanno tosate ma non scorticate. Angelo Ciarlo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog