Cerca

Riforme ? Come la sora Camilla !

La sora Camilla, tutti la vonno e nissuno la pija. La questione riforme ricorda il citato detto romanesco. Riforme é la parola più abusata da certi politici-tribuni di lungo corso e dei loro reggicoda, che però (per non fare come quello che se lo taglia per non “impollinare” la moglie) si guardano bene dallo scendere nel concreto. Abbiamo sentito porre come essenziale la soluzione del conflitto di interessi (riferito a Berlusconi), come se questo fosse risolutivo per dar modo di comprare il cibo tutti i giorni, mentre è solo un mezzo per spegnere voci contrarie. Abbiamo sentito porre le questioni lavoro, evasione fiscale, tasse, Italia giusta, fantomatici PIL nascosti, ecc. ecc. come risolutive della mancanza di soldi nelle casse dello stato. Che gli Italiani si arrangino come possono è risaputo. In qualche modo devono portare la pagnotta a casa tutti i giorni, difendendosi da uno stato dissipatore e quindi insaziabile predatore. Ma la misura è colma ! Renzi, Grillo e Berlusconi hanno con modi e stili diversi posto la questione fondamentale: l’eccesso di spesa pubblica, mettendo il dito sulla piaga : la pletora di rappresentanza, l’eccesso di remunerazione della rappresentanza, l’eccesso di spesa della rappresentanza, l’eccesso di laute e plurime pensioni, doppi stipendi di quanti non rischiano nulla, ecc. ecc., che non risentono crisi .... a spese degli altri, e quindi la necessità di tagliare, tagliare, e tagliare come si fa nella maggior parte delle famiglie per rientrare nel budget di bilancio mensile. Qualcuno è anche andato fuori del seminato con gli F35! Così, dopo averli ospitati, diventiamo più facile preda dei ribollenti vicini qaedisti ! Ovviamente non mancano i sordi del compare (quelli che ci sentono quando gli pare) e cioè quella larga parte di politici di mestiere, che morirebbero di fame fuori dalla politica e sono pertanto spinti a mangiare a più non posso e contemporaneamente a spendere soldi altrui (ad es.: MPS ed altri precedenti) per comprare il necessario consenso elettorale. Renzi non è riuscito a dare la sveglia ai suoi compagni ... di partito. Forse domani. Chissà. La vedo dura ! Grillo ha promesso tsunami sul punto. Vedremo cosa farà. La vedo dura ! Berlusconi non è riuscito a far passare totalmente il sacrosanto messaggio del taglio alla dilagante e sempre più alta spesa pubblica improduttiva, che ingrassa troppi a spese di sempre meno contribuenti effettivi. Merita sottolineare che le chiusure a catena di centinaia di aziende, strozzate dalla politica recessiva (Monti si è rivelato un catto-comunista), equivale a tanti soldi in meno di tasse per la res publica. Equitalia. Già, Equitalia! Case e capannoni all’asta a non finire ! Chi li compra? E poi, dopo aver bruciato la parte migliore del tessuto produttivo, dove andranno a prendere altri soldi? Scontando cambiali (titoli di stato) all’estero? e chi glieli compra? A quale prezzo? E intanto la barca continua a fare acqua, tanta, e la Grecia è sempre più vicina! Presidente Berlusconi, unico nocchiero in politica non per arricchirsi, tenga duro e sia più duro con chi le gira intorno! Ascolti un coetaneo uso a vivere con il coltello tra i denti!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog