Cerca

Lettera aperta al Presidente Silvio Berlusconi

Egregio Presidente On. Silvio Berlusconi, Chi Le scrive è un giovane amministratore della provincia di Parma, precisamente di Fidenza. Le scrivo, con maggior ragione, dopo aver ascoltato il suo discorso sul web di mercoledì 27 febbraio, discorso dove lei evocava il senso di responsabilità che noi eletti dovremmo avere nei confronti dei cittadini. Se le scrivo, è perché da giovane amministratore locale, che ha sempre creduto in Forza Italia prima e nel Popolo della Libertà ancora adesso, ho vissuto e sto vivendo insieme ad alcuni colleghi, una situazione drammatica dentro il coordinamento locale del Popolo della Libertà di Parma. Premetto, che il Comune che amministro, Fidenza, è il secondo per importanza dopo la Città di Parma, e che nel 2009, il Popolo della Libertà, grazie ad una coalizione formata dalla Lega e da una lista civica a cui fa capo l’attuale Sindaco, il Dott. Mario Cantini, è riuscito a conquistare una "Vittoria storica" dopo ben sessantaquattro anni di governi di sinistra o apertamente "comunisti"! Ebbene, all’incirca sei mesi fa, il coordinamento Provinciale del Pdl di Parma, o meglio i soli "Coordinatori" provinciali e i locali "cooptati", ha deciso di togliere la fiducia a questa amministrazione, per motivi poco chiari, dovuti ahimè a soli interessi "personalistici". Le faccio presente che il gruppo consigliare del Popolo della Libertà qui a Fidenza era composto da sei consiglieri, e di questi quattro non erano assolutamente d’accordo a quest’operazione, e che solo due consiglieri, tra questi la Coordinatrice Comunale del partito (che ricopre anche la carica di Presidente del Consiglio Comunale, con modalità che definirei "Finiane") e un altro consigliere (mai iscritto al partito ma eletto nelle file del popolo della Libertà). Questa decisione non è mai stata discussa tra noi eletti, ma semplicemente decisa tra Il capogruppo in Regione Luigi Villani e i Coordinatori provinciali di Parma (dott. Buzzi e dott. Moine). Nonostante questa decisione, frutto di interessi, personali, di cui non posso approfondire nella presente lettera pubblica, la maggior parte del gruppo ha deciso di non far cadere questa amministrazione e in questo modo di non riconsegnare questa città alla Sinistra, ma esito ben diverso ha avuto questa vicenda, nel vicino Comune di Salsomaggiore Terme, dove un Sindaco di centrodestra, appoggiato dal Popolo della Libertà nel 2011, è stato "mandato a casa" dopo soli tredici mesi dagli stessi coordinatori locali. Da sottolineare, che gli stessi coordinatori locali, nelle ultime elezioni comunali a Parma, hanno totalizzato un misero 4.70% e che alle ultime elezioni Politiche di pochi giorni fa, nonostante La sua Straordinaria rimonta di consensi, Il Popolo della libertà a Parma e provincia ha perso oltre il 40% dei voti totalizzando il consenso più basso dell’Emilia Romagna e causando la conseguente perdita del Premio di maggioranza alla Camera dei Deputati. Nonostante tutto questo, noi amministratori e chi continua a sostenere questa amministrazione di centrodestra, continuiamo a subire attacchi quotidiani dal coordinamento provinciale e locale, attacchi che non si limitano alla sola politica, ma vanno fin sul "personale" spingendosi, in alcuni casi, alle querele! Tutto questo, mi ha spinto a scriverLe, spinto ormai dalla "disperazione" visti i continui attacchi di "fuoco amico". Le chiedo infine Presidente Berlusconi, come secondo Lei io e i miei colleghi dobbiamo comportarci per fare l’interesse dei nostri cittadini. Dovremmo mandare a casa la prima amministrazione di centrodestra dal dopoguerra in poi? Riconsegnando così la città (unica realtà locale rimasta al centrodestra) alla sinistra o peggio al caos grillino? Oppure continuare con sacrificio, e cercare nonostante le tante difficoltà, ad amministrare al meglio questa città? La ringrazio per la Sua Attenzione, e spero di avere presto una risposta. Distinti Saluti L’Assessore Del Comune di Fidenza (PR) Daniele Aiello

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog