Cerca

Edoardo Nesi NON vota per se stesso

Gentilissimo Sig. Direttore, Sono nato a Prato dove risiedo e dove esercito il mio diritto al voto. Un mio illustre concittadino, il Sig. Edoardo Nesi, scrittore e vincitore del premio Strega 2011 (“Storia della mia gente”), già eletto in consiglio provinciale e dimessosi alcuni mesi fa per aderire al movimento Italia Futura, era candidato a queste ultime Elezioni Politiche nella lista Monti. Il Sig. Nesi è stato eletto alla Camera dei Deputati. Detto questo, Le scrivo per raccontarLe un fatto dove la realtà supera la fantasia. Il Sig. Nesi, era talmente certo di essere eletto, che invece di recarsi al Seggio per darsi il voto ha preferito volare negli USA per la presentazione del suo libro che appunto nel 2011 gli aveva fatto vincere il premio Strega. Nella lettura del quotidiano “La Nazione” del 26/02, sono venuto a conoscenza del fatto che Le ho appena descritto ed a quel punto, dopo aver avuto una sensazione mista tra l’indignazione, l’incredulità, e l’ ”arrabbiatura…”, mi sono posto alcune domande: Se anteporre i propri interessi è prioritario rispetto all’essere presente e parte del corpo elettorale di se stessi, il nostro neo On. Nesi, quanto sarà presente nell’aula di Montecitorio? Perché Il Sig. Nesi non ha votato per se stesso? Se non si riteneva all’altezza del compito tanto da non votarsi, o ha ritenuto giusto snobbare qualcosa dove lui stesso era parte dell’offerta, poteva non candidarsi giusto? E’ una situazione grottesca che personalmente non giustifico con nessun particolare altro impegno assunto in precedenza, in quanto lettore ed elettore del Sig. Nesi, mi sento davvero preso in giro. Se questo è l’inzio…. Marco Dominici Prato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog