Cerca

AVVISO AI NAVIGANTI

Spero che queste notizie accendano il Suo interesse (sono 10 anni che andiamo avanti cosí!) grazie! Buongiorno,voglio mettere al corrente tutti i Pensionati Italiani che si vogliono trasferire e risiedere in Brasile, l’assurda discriminazione che impone! l’INPS a differenza delle CONVENZIONI PER EVITARE LE DOPPIE IMPOSIZIONI in auge con tutti gli altri Paesi, in questo Paese l’INPS trattiene le imposte alla FONTE dell’IRPEF, le imposte REGIONALI e COMUNALI che NON vengono usufruite da un residente ESTERO per cui si pagheranno le doppie imposte sia in ITALIA che in BRASILE DOVRETE fare forzatamente l'iscrizione all"AIRE ( Anagrafe Italiani Residenti all'Estero )che dice testualmente: Per coloro che si sono trasferiti dall'Italia all'Estero, l'iscrizione all'AIRE comporta la contestuale cancellazione dall'Anagrafe della popolazione Residente. Non sarete piú residenti ma dovrete pagare tutte queste imposte al Comune di ROMA ( anche se non eravate lì residenti)che é in assoluto il piú caro in tema di Imposte Comunali, non avrete nessun beneficio di assistenza sul piano di Salute pur pagando le imposte in Italia quindi é inutile che veniate con la CARTA REGIONALE dei servizi perché NON sarete rimborsati e un caso di scadenza non verrebbe rinnovata ( clausola ) perché residente all'Estero.Il governo NON risponde alle varie sollecitazioni fatte a tutte le SEI Interrogazioni Parlamentari per risolvere questa " PORCATA ". Mi firmo: Aldo Terzoni Jundiai SP BRASILE

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog