Cerca

La Fine della CGIL

Finalmente anche alla Sangemini come in altre aziende la CGIL rappresentata da Michele Raganella ha dovuto togliere la maschera e far vedere quello che è veramente, uno stretto collaboratore aziendale non più a sostegno dei lavoratori. Questo sarà l'inizio della fine di un sindacato in cui molti lavoratori credevano, ma che ora è diventato solo un accozzaglia di politicanti che non salvaguardano più gli interessi dei lavoratori ma guardano gli interessi dei politici di turno delle aziende e delle proprie tasche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog