Cerca

La mortificazione della democrazia

La mortificazione della democrazia L’Italia è una Repubblica Democratica ma ha una legge elettorale per l’elezione della camera dei deputati che tutto garantisce tranne una equa rappresentanza democratica che viene sacrificata in nome della governabilità. L’incongruenza maggiore si rinviene se analizziamo i risultati e le percentuali delle recenti Elezioni Politiche. In Italia ha votato il 75,6 % degli elettori iscritti nelle liste elettorali. La coalizione vincente ha ottenuto il 29,54 % di questo 75,6 % che ha votato, pertanto ha ottenuto soltanto il 22,33 % del totale degli elettori iscritti a fronte dell’attribuzione del 55%(340 ) dei seggi della Camera dei deputati. Il sistema elettorale permette che il rimanente 70,44% di quanti hanno votato corrispondente al 77,67% degli iscritti risulta rappresentato da soli 290 seggi su 630. A chi si chiede il motivo di questa riflessione va detto che essa scaturisce dalla esigenza di tenere in debito conto,mettendo in cantiere una nuova legge elettorale, questa grossa anomalia che porta a distaccare l’elettore della politica ed a far nascere quella che erroneamente viene chiamata anti politica mentre invece è nuova politica. Francesco Amoroso, uomo qualunque

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog