Cerca

Quello che succede a Le Assicurazioni di Roma

Nelle Assicurazioni di Roma, municipalizzata dove Alemanno ha messo il suo amico Marco Cardia, 3 anni fa circa fu creato in via sperimentale (un esperimento che dura da allora) un call center, poi diventato ufficio fondamentale per l’azienda, per ricevimento al pubblico, per la risposta ai danneggiati e per informazioni a tutta l’utenza cittadina, riferimento anche a causa della mancata risposta della maggior parte di tutte le altre aziende municipalizzate, come data entry e smistamento posta L’ufficio, un vero gioiello, è stato ed è tuttora formato da SOLI LAVORATORI INTERINALI, i più anziani causa il raggiunto limite di tempo rinnovabili con contratto di somministrazione sono stati malamente mandati via, dopo essersi spaccati la schiena con il doppio delle ore di straordinari previste dal CCNL assicurativo, lavorando in posti non a norma con la normativa sulla salute, mentre la compagnia promuoveva funzionari e dirigenti e assumeva personale senza concorsi, si è scordata di questi poveracci illudendoli. Mandata via dopo 5 anni circa di duro lavoro anche un'altra impiegata interinale, casualmente nell’ultimo periodo rimasta incinta. Attualmente pur di non assumere gli interinali mandati via, l’ufficio che secondo la società esterna DELOITTE, che si occupa di vari controlli, dovrebbe essere formato da minimo 4 persone è rimasto con sole due unità, e deve essere supportato da altri impiegati dell’azienda che cosi facendo vengono mandati fuori ruolo o addirittura demansionati. Mentre un funzionario prende 7000€ al mese + premi e polizze gratuite varie, per non parlare di un dirigente, dopo aver lavorato sodo per 1100€ al mese questa è stata la ricompensa per i precari delle Assicurazioni di Roma, mentre il sindacato non si fa nulla. Questo è l’esempio di come distruggere un ufficio e togliere al cittadino un ottimo servizio. E di trattare persone come schiavi senza riconoscerne i meriti. Andava detto, io l’ho detto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog