Cerca

LICENZIARE CHI NON LAVORA

Scusate,ma un po' di pazienza. Voglio soffermarmi su un argomento che non tocca quasi nessuno ma quando lo si sente fa incazzare tutti. Dopo gli interventi di "Strisca la Notizia",tutte le segnalazioni che vengono fatte,senza passare per l'informazione di massa,non riesco a capire perché si continui a tollerare l'assenteismo nel lavoro PUBBLICO.E' ovvio che non è solo un costume pugliese come si è visto su striscia ma che riguarda tutta la Penisola.L'obbligo di licenziamento dovrebbe essere applicato anche nel pubblico impiego lasciando a casa chi timbra il cartellino e poi va per i cazzi suoi. Avete mai provato nel privato a timbrare il cartellino e poi andare per i cavoli propri. IL giorno dopo per i cavoli propri ci vai senza problemi,e anche il giorno seguente perché vieni licenziato.Se vai per i cavoli tuoi vuol dire che tu li non servi,quindi si potrebbe risparmiare i soldi dati come stipendio. P.S. Quando smetterà la politica di considerare i dipendenti del pubblico impiego un serbatoio di voti e di considerarli invece produttivi come qualsiasi altro lavoro privato, CON LA POSSIBILITA' DI LICENZIARE chi è un lavativo assenteista,quel giorno forse abbiamo ottenuto una vittoria sociale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog