Cerca

sono contraria alla vendita del patrimonio pubblico

Firenze, 9 marzo 2013 Che ipocrisia celebrare la nascita di Vespucci e nello stesso tempo annunciare la vendita da parte della regione, quindi del governatore Enrico Rossi, del palazzo che la famiglia Vespucci aveva donato per esere utilizzato come ospedale per l'assistenza ai poveretti. Fino a poco fa il palazzo era proprietà pubblica, e si tratta di un ppalazzo di storica importanza visto che era di proprietà della famiglia di colui che ha scoperto l'America, non di una caserma in disuso, adesso grazie alle aquile amministratrici di sinistra, è stato venduto a proprietà privata, complimentii, poi si riempiono la bocca col patrimonio pubblico, con la cultura e quant'altro! Io voterò solo il partito che si opporrà alla vendita del patrimonio pubblico, ma che si adopererà per farlo fruttare e immettere i guadagni nelle risorse per i cittadini italiani! Meno male che anche Giannino garantiva: ma si venderà solo il patrimonio di non importanza storixcca! tra un po' venderanno anche gli uffizi e palazzo vecchio! e ci siamo domandati se vendono una caserma ai ciniesi cosa ci faranno in un edificio del genere? pensiamo che valorizzino il lavoro italiano?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog