Cerca

Sfida alla Costituzione

Sfida alla costituzione? Ma chi più degli stessi magistrati sta attivamente contribuendo a tale "certame" a partire dalla spettacolarizzazione dell'incriminazione di un capo di governo in carica al summit di Napoli del 94? L'indipendenza di un giudice viene meno quando l’ intimo convincimento appare inquinato. In particolar modo da una esposizione mediatica attraverso la quale il giudizio viene pubblicamente secolarizzato! Francamente è difficile a questo punto sostenere che taluni corrispondano al profilo istituzionale della funzione. Non per avviare l’ennesima polemica contro potere giudiziario e politica ma dovrebbe risaltare agli occhi di tutti che se il funzionamento della magistratura dovesse rispondere alle regole di una sana gestione aziendale sarebbe stato dichiarato decotto da lustri! A chi addossarne la responsabilità? Direbbe De Gaulle “un ben vasto programma” ma la tenacia con cui un potere costituzionale, attraverso la ben nota e pubblicamente rivendicata iniziativa politica di taluni giudici ( il cui unico merito ab origine sembra essere quello di aver superato un concorso pubblico senza ulteriori esami e test professionali nel corso della carriera) persegue sistematicamente obiettivi politici attraverso una individuale, ideologica visione del governo dello stato, ha ottenuto il solo risultato della paralisi della gestione del paese, aggrovigliato in una trama di insinuazioni,sospetti,accuse,ricorsi, controricorsi spesso anche tra medesimi enti pubblici. Ma qualcuno dovrà ben trovare il coraggio di affrontare la situazione ora che sulle spalle degli oramai impoveriti cittadini con gli oneri della crisi economica si sono” imbrogliati”, sì imbrogliati, quelli smisurati della malagiustizia e di cui le istituzioni sembrano volerne evitare di riconoscerne apertamente i devastanti effetti?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog