Cerca

A FORZA DI TAGLI LA GRECIA VIVE UN DRAMMA SOCIALE: FRA QUANTO TEMPO IN ITALIA?

Sono diversi mesi che ci giungono notizie di una profonda e grave crisi economica in GRECIA, che molto velocemente si è trasformata in "dramma sociale", dove la gente appartenente ad una classe media che prima viveva bene non avrebbe mai immaginato di diventare povera da un momento all'altro, a causa dei forti tagli attuati dal Governo Greco che non riesce a trovare soluzioni politiche per risolvere il dramma economico in cui è caduto il Paese. Per questa gente ormai povera è DIVENTATO UN INCUBO AMMALARSI, per non parlare poi delle condizioni della vita quotidiana, dove ci si deve mettere in fila per avere farmaci, viveri e vestiti. E dove i bambini non vengono curati come si dovrebbe. Cari italiani è a noi tutti che mi rivolgo, PDL, PD, GRILLINI E NON. ATTENZIONE! stiamo andando, anche noi nel nostro Paese come in Spagna, verso una crisi socio-umanitaria. Se in questo momento storico ed economico non si cambia direzione e se continuano ad esserci i tagli al bilancio, nel nome di una Europa unita, chi ci rimetterà sarà il popolo, la gente comune che ha fatto grande il nostro Paese ma che ora è stufa ed ha paura. La crisi non sarà solo economica ma potrà diventerà una crisi anche culturale, identitaria, una crisi generazionale !!!!! E questo è stato programmato dalla nostra Europa-Istituzione il cui unico obiettivo (che agli occhi dei più è l'Europa unita) è l'obiettivo di Angela Merkel e soci..........Garantire alle banche Tedesche e Francesi di riavere i soldi prestati alla Grecia e i soldi versati per comprare titoli di stato Italiani e Spagnoli; e non solo titoli di Stato, anche le nostre produzioni e le nostre materie prime. MA NON COMPRERANNO MAI LA NOSTRA DIGNITA', IL NOSTRO SAPERE, LA NOSTRA CULTURA, LA NOSTRA ARTE....siamo i più grandi artisti del mondo, basta farsi una passeggiata alla National Gallery a Londra o al Louvre di Parigi... Tutto il mondo ci invidia e ci copia, l'italiano ha cambiato il corso della storia e del mondo (basta vedere le scoperte e le innovazioni); SVEGLIAMOCI DAL TORPORE E TORNIAMO AD INVENTARE, IL MONDO HA BISOGNO DI NOI !!!!! L'Italia è il Bel-Paese, tutto il mondo visita ammirato ed estasiato la nostra storia (che è poi la storia del mondo) e le nostre creazioni; le nostre coste e le nostre montagne sono la meta di milioni di cittadini dI tutto il mondo. DA TURISTI A PADRONI?!?! Siamo tutti cittadini di questo immenso e meraviglioso mondo ma bisogna rispettare le tradizioni, le risorse e la cultura di ogni Paese!!! Ma adesso siamo vulnerabili e deboli e c'è bisogno di una rinascita, di un sogno.... E' inutile chiedere riforme, come quella per il lavoro del Ministro Fornero, che è fallita dopo 6 mesi, quando alle riforme si è unita l'austerità. Bisogna essere SERI, SINCERI, e COERENTI in merito alle riforme se si vuole modificare il mercato del lavoro in Italia, attraverso un sistema che faciliti le assunzioni e gestisca i lavoratori licenziati. In quanto all'austerità (vedasi IMU, TASSE SUI RISPARMI, TAGLI AGLI INVESTIMENTI) affossa l'economia, come di fatto sta accadendo (PIL -2,6%) ed aumenta la DISOCCUPAZIONE GIOVANILE che viaggia su indici del 50% di media in Grecia, Italia, Spagna. Se si continuano a tagliare gli investimenti senza ridurre le tasse sui redditi e alle imprese, non riusciremo mai ad uscire dal DRAMMA DELL'AUSTERITA' che ci attanaglia, impedendo all'economia di ripartire, come infatti sta accadendo e con il pericolo di precipitare nel baratro in Italia e in altri paesi del sud Europa. Per tutto questo, ritengo che le nostre fazioni politiche, debbano sbrigarsi a formare un GIUSTO governo E DICO GIUSTO PER IL POPOLO ITALIANO SOVRANO, altrimenti ci sarà un collasso totale delle banche e di conseguenza dell'economia reale e dei conti pubblici. Per cui mi aspetto che il nostro sistema politico, di una nazione civile che ha partecipato a fondare l'Unione Europea, sia dotato di un minimo di orgoglio, riuscendo a mettere gli interessi di NOI TUTTI davanti a tutto con senso di responsabilità, come auspicato dal Presidente Giorgio Napolitano. Alberico Giustini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog