Cerca

solo il riconoscimento di un principio

Avverto il pericolo che si esalti troppo il risultato del colloquio tra Angelino Alfano ed il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, senza che, a mio modesto avviso, ve ne siano i motivi. Napolitano non "striglia" proprio nessuno. La Nota diffusa dal Quirinale rappresenta un bellissimo esercizio di considerazioni di principio sull'obbligo inderogabile di equità da parte di Istituzioni, Magistratura e Parti Politiche, scritto con l'eleganza dialettica che tutti riconoscono al Capo dello Stato (e ci mancherebbe altro che un Presidente della Repubblica non fosse all'altezza di scrivere poche righe su di un tema di principio). Se da un lato si definisce "aberrante" la possibilità di danneggiare per "via giudiziaria" il leader di un partito che è arrivato secondo per pochissimo alle elezioni, dall'altro si giudica altresì "inammissibile" il sospetto, da parte di chi ritiene lese le proprie prerogative, che possa essere in atto una sorta di complotto. Piuttosto, mi sembra una vittoria insperata il fatto che Napolitano abbia convocato il Comitato di Presidenza del Consiglio Superiore della Magistratura, quando avrebbe potuto limitarsi ad ascoltare attentamente le lamentele di Alfano, convenire sull'aberrazione di un qualunque tentativo di deligittimare Berlusconi per via giudiziaria ove mai ne fosse lecito il sospetto, e fine della trasmissione. Il fatto che Napolitano, di cui tutto si può dire tranne che sia sensibile ai guai giudiziari di Berlusconi, abbia convocato il Comitato di Presidenza del Csm cosituisce, per quanto potevo aspettarmi, una vittoria assolutamente insperata, e forse a questo dato oggettivo è da imputare qualche accenno a toni trionfalistici. Non ho difficoltà ad ammettere che quanto ho appena scritto derivi dalla mia personale preoccupazione che una piccola vittoria venga esaltata oltre la sua effettiva portata, laddove il quadro dell'assedio giudiziario rimane inalterato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog