Cerca

Cosentino prigioniero politico

Con grande dignità e senza giravolte Nicola Cosentino affronta il carcere fortemente voluto da magistrati , più Kapò che giudici.Nel suo processo vi sono solo accuse farneticanti di assassini conclamati e che vengono coccolati dai Magistrati che non sanno condurre indagini in maniera autonoma, come si faceva un tempo.La parola di galantuomi oggi vale molto meno di chi delinque , ammazza , rapina e violenta.Nicola si è consegnato ai Kapò del Gulag , ma per lui ci sarà una Solidarnosc più forte dei pavidi del Pdl

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog