Cerca

Ricorsi storici.

Una crisi economica gravissima in atto, una crisi istituzionale e soprattutto costituzionale evidente, una serie di vincoli internazionali insopportabili e incomprensibili, un movimento politico praticamente inesistente alle elezioni precedenti che prende il 20%, il candidato premier del miglior perdente delle elezioni che si vuol mettere d'accordo ad ogni costo col nuovo movimento pur di fare uno sgarbo istituzionale al partito storicamente avversario e il cui partito aveva sostenuto fino a pochi giorni prima insieme a quello stesso odiato partito avversario un governo tecnico di unità nazionale dagli esiti disastrosi, un presidente della repubblica dimissionario. P.S. No, non è l'Italia del 2013 è la Germania del 1932. La differenza è l'assenza di randellatori per le strade, ma si sa la storia non si ripete mica sempre uguale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog