Cerca

Le piccole e medie imprese non devono "morire per eccessivo credito"

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un piano che punta a sbloccare , in due anni, 40 miliardi per il pagamento dei debiti che la Pubblica Amministrazione ha verso le piccole e medie imprese per forniture di beni e servizi. Intanto il Ministro dell’economia Grilli ha ricordato che "servirà un decreto che dica come pagare i debiti". Ricordo che il governo Monti in poche settimane, all’inizio del suo mandato, varò dei decreti leggi sulla certificazione dei crediti e compensazioni con debiti verso l’erario da parte delle imprese. Con l’ obiettivo di eliminare il forte arretrato nei pagamenti a favore delle aziende .Le poche aziende che a gennaio hanno ottenuto la detta certificazione , per un totale di circa 3 miliardi, stanno ancora aspettando! Ed ora quanto tempo ci vorrà per rendere attuativo il provvedimento, approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, di cui deve essere ancora varato il relativo decreto? Non si sa. Lo Stato e gli enti locali devono alle imprese, per forniture di beni e servizi, qualcosa come 140 miliardi. Gli imprenditori suicidi sono l’ estrema espressione di reazione alle difficoltà economiche. E’ un dramma sia per i datori di lavoro e sia per i lavoratori . Lo Stato deve intervenire con urgenza non si può consentire che una miriade di piccoli e medie imprese debbano "morire per eccessivo credito". La sopravvivenza delle imprese non può più dipendere "da come evolverà il quadro politico" come afferma il Ministro Grilli. Angelo Ciarlo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog