Cerca

grazie Fornero

Caro Belpietro, sono uno dei 150 mila lavoratori del settore marketing operativo in qualità di "Rilevatore di Mercato", che sta "per beneficiare" del famigerato accordo quadro ANASFIM del 7 dicembre 2012, che conoscerà sicuramente il prof. Ichino, avendolo commentato entusiasticamente dalle pagine de "Il Sole 24 ore" del 14 dicembre scorso. Ebbene, grazie a questo accordo, che "stabilizzerà" me ed i miei colleghi, finiremo per percepire mensilmente la metà del nostro stipendio di co.co.pro ( che erano euro 800,00 circa/mese). Se la stabilizzazione significa generare un popolo di lavoratori straccioni e schiavi, allora meglio sarebbe stato lasciare tutto com'era per contare su uno stipendio appena dignitoso. E' inaccettabile sacrificare tutto in nome della stabilizzazione, ivi compreso il diritto ad un salario che possa definirsi tale. Complimenti ai giuslavoristi tecnici e della sinistra, attentissimi alla forma dei contratti, ma completamente indifferenti ai contenuti economici degli stessi. Cordialità

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog