Cerca

Perchè Bersani?

DOMENICA 21 FEBBRAIO 2010 Ma perchè Bersani? From: Enrico Tartagni To: poetare Sent: Sunday, February 21, 2010 1:54 PM Subject: Fw: lettera al direttore su bersani e... From: Enrico Tartagni To: franco fregni Sent: Sunday, February 21, 2010 1:49 PM Subject: lettera al direttore su bersani e... Lettera ed analisi storico-politica al Direttore su Bersani e...tutto il resto. Direttore, lo sa perchè Bersani non è degno ed ancor meno all'altezza di governare l'Italia? Non lo sa, ma adesso glielo dico io il perchè. Perchè Bersani non sa fare a far le cose fatte bene! Cioè è un incapace, e glielo dico e glielo dimostro! Il Bersani Pierluigi...o Pier Luigi? booh!?... doveva far fuori l'odiabile ed odiato Berlusconi nel 1993! Nel 1993 capito? quando con Tangentopoli (la Tangentopoli contro Bettino Craxi e contro Raul Gardini che quelli del p.c.i. credevano di aver orchestrato e pianificato in collaborazione con Cuccia con precisione bushoniana) fece fuori Bettino Craxi, il Partito Socialista, la Democrazia Cristiana, Raul Gardini, la Calcestruzzi Spa, la Ferruzzi, (di questi ultimi tre pappandosi i soldi che erano tanti! ma tanti!) e li fece fuori tutti sia moralmente sia fisicamente: Raul Gardini, ammazzato! (come? nessuno, ridico, nessuno, nell'universo di Scanu, lo sa come è morto Raul Gardini!), Bettino Craxi sbattuto in un'Africa (sennò l'avrebbero chiuso in galeraItalia a pane e acqua con la chiave della cella gettata nella spazzatura di Tangentopoli! oppure Craxi avrebbe fatto la fine di Raul Gardini e cioè morire senza sapere come e perchè) dove è morto serenamente solitario in riva al mare. Quindi la morale qual'è direttore? E' questa: Bersani, per potersi ammantare del titolo di Grande Statista, doveva far fuori Berlusconi allora! quando poteva, e doveva, farlo senza che nessuno se ne accorgesse in mezzo alla porcheria di Tangentopoli che imbrattava tutti e tutto! Quando in mezzo a tutto quel popolo cagnarone che urlava imprecava sputava lanciava contro Bettino Craxi e contro Raul Gardini ogni sozzeria mafiosa e cialtrona, era moralmente giusto e consentito ammazzare quei due ladri mafiosi che rubavano di nascosto i soldi dello Stato e del Popolo Italiano...quello era il momento propizio protetto dagli astri e dagli dei di ammazzare Silvio Berlusconi, l'amico del cuore di Bettino Craxi! Quello era il momento, l'istante carpe diem, per far fuori lo sporco e lussurioso finanziatore di Bettino Craxi! Mica adesso, che più di metà di quel popolo incazzato di allora 1993 oggi 2010 è innamorato di Berlusconi! Povero Bersani, non riesce a capire, non ci arriva proprio a capire, che se oggi riuscirà a distruggere Berlusconi con gli scandali, le intercettazioni...(di chi? di che? perchè? chi è che intercetta il Governo? chi intercetta la Magistratura? ma che cacchio di intercettazioni sono? chi ci crede?)... il sesso gratis, il sesso pagato un tanto a daddario, le risatine macabre di contentezza per i terremoti e per i morti di terremoto che gli faranno fare tanti bei soldini di nascosto a Bertolaso & Co....e con tante altre cosine tanto carine carine...distruggerà finalmente anche l'Italia e non solo Berlusconi...e non è mica detto che sia un male distruggere questo tipo di Italia, eh!...il guaio è, e si sta male e fa tanto male, che Bersani (ehi direttore, ma, Bersani, non è la fotocopia venuta sbiadita d'inchiostro finito di Prodi?) con la sua presenza in tutti i massmedia e le platee delle canzonette distrugge anche i maroni degli italiani e, metaforicamente, delle italiane, almeno quelli miei di sicuro (e me li ha già rotti un'altra volta sto Bersani qui e qua ed anche quo, nel 1993 con Tangentopoli quando faceva il presidente della regione...della regione...di quale già?), e mi sa che rompe anche quelli del Ministro...tra l'altro molto bravo il Ministro...Uno che fa le cose a metà e le fa male come Bersani, uno così non è degno di governare una grande Nazione come l'Italia! Uno così come Bersani va bene per sghetto per il Festival di Sanremo dove per un pelo...non ti vince la Monarchia! Direttore guardi, io voglio indire (e fare) un Referendum col seguente facile quesito: "Italiani! Volete la Repubblica, questa repubblica dove se magna e se beve in pochi, o volete la Monarchia, una monarchia dove se magna e se beve in pochi?". Ed è inutile, direttore, che mi scomodi i testi storici pedagogici sull'Arte del Governare, il Principe, l'inventore della ruota, l'Impero Romano, Pericle, noo, lasci stare, non mi convincerebbe e perderebbe del tempo a spolverarsi la memoria storica, tanto la verità è questa che le ho esposto con dovizia di argomenti e di prove, altro che semplici indizi cogneschi, e la Verità è sempre terra terra papale papale come la mia Verità e cioè in findus cum gelatum mit pistachium: Bersani è uguale uguale agli altri comunisti che lo hanno preceduto nel Governo delle Cose...pardòn, delle cosine dell'Italia, e cioè per me, sempre per me eh! mi raccomando...per me e per il mio pensiero (ahò! se po' ancora avè un và pensiero? senza che tè stanno a querelà?) essendo il Bersani un invidioso delle capacità e del successo degli altri, per questa ragione di squallidi volgari sentimenti, si riduce ad essere un meschino uomo politico (parola grossa "politico" per il Bersani) persino con se stesso fino a consentire che gli altri usino la loro stessa merda per sporcare tutto il Popolo Italiano. Un cordialissimo saluto a lei. enrico tartagni

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog