Cerca

un fatto-una poesia : a Ggì..

Dopo le prime consultazioni…Mettere su il governo…che calvario, malgrado gli “otto punti”! Marzo 2013. A Ggì…! più dichi: “Punto!”…e più devi annà a capo… Sognavi de avé già gni cosa in mano: potere…onori…gloria…gran rispetto… pe le primarie vinte…côr dispetto che j’hai voluto fàje a quer toscano che te sfilava via dar deretano er trono che te strigneresti ar petto più mejo de na donna…stretto, stretto, dicènno: “Chi lo tòcca…me lo sbrano!” Lo vedi, a Ggì, fai l’umile…ma penzi de èsse er solo che pò ffà le còse. Ah!…Si j’avessi dato er passo a Renzi!... Chi pècca de superbia, poi la sconta… Coll’ “otto punti”…cuci le cimose… E avòja a trafficà pe la rimonta! Prèdichi er “cambiamento”… Ma…l’unico che c’era – e l’aricconta la cronaca – l’hai dato in pasto ar vento! Armando Bettozzi 22 Marzo 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog