Cerca

la legge dei nimeri primi

LA LEGGE DEI NUMERI “PRIMI” La regina di Francia, Maria Antonietta, prima che fossa ghigliottinata ebbe l’ardire di dire ad una sua cortigiana -ma il popolo di che si lamenta e protesta? – La cortigiana le rispose - la gente languisce perché non ha più una briciola di pane da mangiare – la sovrana di rimando le risponde – se non hanno il pane possono pur mangiare le brioches! Da allora ad oggi ne è passata acqua sotto i ponti ma quelle insulse frasi, di quando studiavo a scuola, continuano ancora oggi ad affiorarmi alla mente. Non è cambiato nulla. Il sazio non crede al digiuno. La gente è oramai arrivata alla frutta o forse è meglio dire al capolinea tenuto conto che, un tempo, un pranzo normale terminava con la frutta, un terzo che non c’è più! Il sig. Bersani che continua a dire che gli stanno al cuore le sorti degli Italiani sta dimostrando a tutti che gli sta a cuore solo il suo fondo schiena perché sta affannosamente dimendosi per raggiungere l’ultima spiaggia. Lo hanno abbandonato anche i suoi bagnini. Volevo mandargli un pallottoliere ma non conosco il suo indirizzo e temo che possa andare smarrito. Se fallisce, come certamente avverrà, sa bene che va a trovare i signori onorevoli che hanno dismesso l’abito del politicante prima di lui. Finanziamento ai partiti: no. Riduzione drastica del cascè dei parlamentari: no. Applicare da buon comunista una patimoniale specie sugli averi ingenti del sig. Berlusconi: si immediatamente. Ma non sa che al sig. Berlusconi non hanno mai regalato niente, quello che ha realizzato lo deve a quella grande mente che si ritrova. A me ha lasciato un insegnamento: per raggiungere qualunque obbiettivo occorre sempre un grande impegno, a questo punto, se l’impegno è lo stesso, è meglio applicarsi al raggiungimento dell’obbiettivo più grande e gratificante. Pierluigi tu quali obbiettivi hai mai raggiunto? Il rospo può gonfiarsi come vuole anche aiutandosi con la colonnina del distributore di benzina ma non arriverà mai ad essere una mucca!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog