Cerca

la ciliegina sulla torta

LA CILIEGINA SULLA TORTA Che il sole sorgesse ad est e morisse ad ovest, anche se volendo si potrebbe tentare di farlo, è un postulato e non un teorema quindi dimostrabile. Quello che, per quanti sforzi io faccia, non arriverò mai a dimostrare, è che le leggi vengono partorite senza rendersi conto della pericolosità e degli strascichi che poi producono. Mi riferisco alla neo ultima stronzata del governo tecnico che nel dicembre scorso ha introdotto l’anagrafica dei conti correnti. Ciò comporta la morte definitiva della libertà, quel dono per il quale i nostri avi si sono battuti a costo della loro vita. Tutte le forme, specie se impositive, per una famosa legge non mia ma di Archimede, prevedono una azione uguale e contraria. Mi auguro che forme adeguate e mirate possano portare alla riemersione del sommerso ma imporre a tutti olio di ricino e manganello mi sa tanto di regime fascista. Una pagina triste della nostra storia contro la quale siamo insorti, abbiamo combattuto e vinto. Questa anagrafica dei conti correnti e delle altre cose ad essa collegata ha un preciso compito, il blocco completo di tutte le attività. Con che coraggio il professore Monti, oltre che da tecnico incaricato, aveva raggiunto la recondita velleità di poter avere ancora spazio in parlamento? Forse perché sorretto dalle due remore con la loro falsa adulazione di sempre. Questa è la dimostrazione che uno squadrista non ha mai avuto una coscienza. Oggi da Italiano mi vergogno. La mia libertà è sacra e sono pronto a difenderla a denti stretti. Le forme coercitive mi scivolano di dosso e come kunta kinte sono pronto a lottare per difendere e tutelare i miei figli e i figli dei miei figli perché non debbano mai soffrire e piangere per colpa di un inetto squallido usupatore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog