Cerca

Prete idiota.

Dal Fatto,leggo e mi indigno,possibile che un prete (prete??) possa dire certe cose e nessuno interviene,anzi leggendo i commenti sul fatto a molti proseliti,peccato che i manicomi siano chiusi altrimanti....., Don Farinella: “Berlusconi? Gli darei l’estrema unzione fino ad annegarlo” “Certo che darei l’estrema unzione a Berlusconi. Anche subito gli darei l’unzione degli infermi con un bulacco (secchio, ndr) d’olio fino ad annegarlo“. Sono le parole di Don Paolo Farinella, parroco della diocesi di Genova e collaboratore di Micromega, a “La Zanzara”, su Radio24. “Se Berlusconi morisse” – continua il sacerdote – “ci libererebbe da una bella palla di piombo ai piedi, da un bel rospo”. Don Farinella punta il dito anche contro Gianni Letta: “La Chiesa dovrebbe togliergli il titolo di “gentiluomo del Papa”. Lui è stato il sodale di Berlusconi, se non il suo prosseneta, il magnaccino, il compagnuccio che gli apriva e gli chiudeva le porte”. E rincara: “Letta è quello metà cardinale e metà prostituta, quello che gli copriva tutte le vergogne con tutte le foglie di fico possibili ogni volta che questo ne combinava una con le donne e con le porcate che faceva con le varie leggi”. Il parroco torna ancora sulle grane giudiziarie del Cavaliere: “Berlusconi è un mafioso e indubbiamente è un delinquente, da un punto di vista giuridico. Lui dovrebbe stare in galera. La legge dovrebbe essere uguale per tutti, ma noi da diciannove anni a questa parte vediamo che non è così.”. E aggiunge: “Berlusconi è stato condannato una volta, poi non più perché si è fatto le leggi a suo favore altrimenti sarebbe in carcere. Lui però ha evitato la galera e la sta evitando ancora. Basti pensare” – continua – “alla uveiteagli occhi. Adesso per la manifestazione gli è passata. Gli viene quando deve andare in tribunale, poi per la piazza si può mettere anche un po’ di pepe per fare finta”. E ancora: “Berlusconi mi sta sulle palle, dove volete che mi stia? Lui non vuole il governo, vuole l’immunità totale, la garanzia di non andare in carcere, vuole salvarsi dai processi e per questo sarebbe disposto a mandare D’Alema al Quirinale, una disgrazia assoluta, la fine del mondo“. Infine, Don Farinella si pronuncia su Magdi Allam(“lui non è mai entrato nella Chiesa”) e sulla presunta “cricca gay” in Vaticano: “Lì è il covo dei gay, sto per pubblicare ad aprile un libro in merito” di Gisella Ruccia 26 marzo 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog