Cerca

ECCO L'ULTIMA PORCATA DI ORLANDO CROCETTA E "FORSE" LA FORNERO SU 1850 NULLAFACENTI GESIP

EGREGIO DIRETTORE SI SEGNALA QUANTO SEGUE FORSE PERCHE' IN CLIMA PRE ELETTORALE: Gli operai sperano di lavorare già dal 2 Maggio Gesip: via libera da Roma Verso l’intesa Stato-Regione-Comune Fumata bianca al ministero del Lavoro per Gesip. Da Roma è arrivato il parere favorevole ad un accordo di solidarietà interistituzionale tra Regione, Stato e Comune per fronteggiare l’emergenza Gesip. Secondo l’accordo raggiunto il pagamento delle indennità di tutti i 1805 lavoratori della società di servizi sarà a carico del Comune. Al Ministero, invece l’onere delle copertura degli assegni familiari e delle contribuzione figurativa. L’accordo avrà valore per sei mesi da gennaio al 31 giugno. Poi a partire dal mese di luglio la Regione dovrà fare una stima delle risorse disponibili. Gli operai saranno reinseriti per 20 ore settimanali in attività di pubblica utilità. In realtà quella di oggi è stato solo un incontro tra le parti preparatorio che ha gettato le basi per la futura formalizzazione di un possibile accordo su questi presupposti. Il ministero si sarebbe impegnato a riconvocare i rappresentanti delle istituzioni la prossima settimana. In quell’occasione si procederà alla modifica dell’accordo quadro sugli ammortizzatori sociali in deroga firmato il 12 febbraio scorso. Incerta la data di rientro degli operai in servizio. Gli operai della Gesip torneranno al lavoro dal 2 maggio. In fondo schivare la festa dei lavoratori è stato l’unico segno di rispetto per la città.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog