Cerca

sondaggio fai da te

Sigg.ri lettori: Siete o no d'accordo con me? Ho scritto questo a Napolitano: ......Le suggerisco un'idea che potrebbe essere da Lei adoperata qualora i dieci saggi non trovassero accoglimento da parte dei partiti piu' influenti. A mio avviso sarebbe moltro piu' saggio responsabilizzare le personalità che sinora hanno avuto piu' successo nelle ultime elezioni e metterle in condizioni di dimostrare agli italiani se i loro programmi sono in sintonia con il desiderio di salvare la nazione o se si tratta di risolvere all'interno dei loro partiti una serie di problematiche relative al potere . Per cui i sigg.ri Alfano/Berlusconi - Bersani/ Renzi - Grillo/Casaleggio o chi per essi, dovrebbero sedersi ad un tavolo in rappresentanza dei loro partiti di riferimento e trovare una nuova legge elettorale, una nuova legge severissima contro la corruzione che punisca con la confisca dei beni e l'eliminazione della pensione coloro che venissero giudicati colpevoli di corruzione e quant'altro di similare ai danni dello Stato (compreso gli assenteisti), ed un decreto legge immediato per il pagamento dei debiti dello Stato verso le imprese. Chi di costoro non si trovasse d'accordo con gli altri quattro dovrebbe essere punito con la detrazione dal 5 al 10 % di voti alle successive elezioni che dovrebbero avvenire subito dopo aver varato quanto sopra. Aggiungerei che nel contempo dovrebbe essere approvata una nuova legge che preveda l'aggiornamento della Costituzione ogni 20 anni a partire dalle prossime elezioni. Non è piu' possibile riferirsi ad una bellissima costituzione che pero' cozza in certi casi con i rapidi cambiamenti di costume. Siamo oramai maturi per una repubblica Presidenziale dove si dovrebbe votare il Programma e l'uomo che lo difende evitando di votare parlamentari che nella maggior parte dei casi difendono mafie e potentati di paese portando corrotti e corruttori al governo. Suggerisco anche di finanziare i partiti (per evitare una nuovo periodo Craxi) con 1 euro/mese a potenziale elettore e da 50 a 100 euro/anno a società di capitale. Con tale somma (circa 600.000.000) controllata dalla Gdf e dalla Corte dei conti in base a regole severissime i partiti dovrebbero pagare i parlamentari, le prime cariche dello Stato ed i loro costi interni . I partiti dovrebbero essere equiparati alle srl con tanto di amministratore responsabile ed ogni fine anno dovrebbero restituire cio' che non hanno speso ad un fondo a favore della piccola impresa. Anche i sindacati dovrebbero essere soggetti alle stesse regole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog