Cerca

L’ INPS riduce le proprie spese di gestione a danno dei cittadini.

La decisione presa dall’ INPS di non consegnare il Cud ai pensionati per posta, con la motivazione di ridurre i costi di gestione dell’Ente , ha prodotto gravissimi disagi fra i pensionati. Le proteste non ancora si placano. In verità, già da qualche tempo con la così detta “esternizzazione”, brutto termine coniato dagli innovativi esperti in management, molti adempimenti sono stati affidati agli stessi utenti. Ad esempio oggi tutte le domande di pensione, disoccupazione, riscatto Laurea ed altro ancora possono essere inoltrate solo a mezzo internet e non più presentate agli sportelli dell’INPS. Insomma bisogna possedere un computer ed avere anche una certa conoscenza, sia pur rudimentale, di informatica per poter aver accesso alle prestazioni previdenziali. Pertanto sono molti i cittadini che devono rivolgersi ai Caf o agli Enti di Patronato per istruire ed inoltrare le loro pratiche. Non a caso i Caf ed Patronati sorgono come funghi ad ogni angolo di strada. L’ obbiettivo dell’ INPS di ridurre le spese di gestione si realizza a danno dei poveri pensionati e cittadini. I sindacati , che peraltro gestiscono la stessa INPS, non sono affatto intervenuti per evitare a tanti cittadini ed in particolare a tanti pensionati detti disagi. E ciò solo a vantaggio di Patronati e Caf. Angelo Ciarlo angelociarlo@gmail.com

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog