Cerca

in risposta art. del 29/03/13 a firma Matteo Mion

Buongiorno avv. MIon, sono ettrice di Libero e spesso leggo i suoi articoli, molto spesso apprezzandoli. Ho avuto perciò modo di leggere anche l'articolo del 29/03 "Così Monti ha usato gli assicurati per ingrassare le agenzie". Conosco bene il settore, essendo agente di assicurazione e mi sento profondamente offesa per le "cialtronate" che esprime in quell'articolo dimostrando di non conoscere affatto l'argomento di cui parla. La categoria degli agenti è in situazione opposta a quella da lei descritta. Pressata dalle Mandanti che le scaricano incombenze burocratiche non retribuite, deve fare riferimento a un quadro legislativo immenso, intricato e anche lacunoso sotto certi aspetti ,con margini di reddittività in continua riduzione e contemporaneamente limitando al minimo la perdita di posti di lavoro nel settore. Dato che dai precedenti suoi commenti giornalistici ritengo sia una persona intelligente e stimabile, la invito cortesemente a svolgere più accurate indagini e ad informarsi più approffonditamente sul tema. Confido poter leggere un articolo più rispondete al vero quanto prima , senza infondate illazioni su una categoria che svolge con professionalità la sua attività (come lei esercita la sua professione di avvocato) e che hanno il solo effetto di alimentare rabbia, contrasto e presunzione di malafede nei cittadini. Con i più cordiali saluti. dott.ssa Erika Zaia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog