Cerca

Povera Italia

Stamattina vo’ a vedere Nei palazzi der potere Come svorge la giornata De la gente più votata. Urla, strilli, volano li stracci!!!!!!!!! -“de tu nonno –“etu madre, -“a li mortacci!!!!! -..”ma se po’ sape’ che stanno a ffa? -“dice che ce stanno a governà!!!!!! Ma se a la camera e ar senato È sempre solo scontro armato, come po’ la pora gente co’ quer poco più de gnente arestassene a guardà senza avecce da magnà? N’do’ de vorti hanno fregato: Er paese co ‘n boccone hanno ‘ngoiato. C’ianno solo er gargarozzo Senza fonno come ‘n pozzo. E nun so se te sei accorto Che pe’ falli annà d’accordo Lascia loro la cuccagna Dei rimborsi magna magna. Tutti pensano alla panza E senza ‘n filo de speranza Che conoscono vergogna Se li porta ne la fogna Pe le cose più spregevoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog