Cerca

Si focci Cecco arderia lu munno

Si fossi foco arderia lu munno Caro Cecco Angiolieri ti scrivo per dirti che, dopo tanti anni qui nella nostra bella Italia, terra amena sinonimo di pizza e mandolino, non è cambiato proprio nulla e sai perché? Perché non c’è la volontà di cambiare, di dire basta. Siamo pagliacci, continuiamo a vivere di assistenzialismo, chi a carico delle pubbliche strutture, chi a carico della tanta gente che viene truffata quotidianamente e sempre o quasi per gli stessi motivi. A questi furbini si associano i signori furboni in camicia e cravatta che in palazzi principeschi siedono gli scanni non per rappresentare chi ingenuamente li ha votati ma solo per arrivare a portare a casa quello che, olim *, si chiamava: portafoglio a mantice e giustamente con gli enormi e inpensabili provilegi di cui godono. Così nasce fenomeno del grilletto o grillismo che dir si voglia. Solo volendolo chiunque sarebbe arrivato al posto del comico se avesse avuto voglia di semplicemente di guardarsi intorno. Io vivo di credito al consumo o meglio ci vivevo. Quanti ricordi quando si andava a proporre al commerciante la possibilità della vendita rateale per la sua clientela. Oggi non mi rimane che suggerire a qualche nostalgico che conta di fare del “credito al consumo”, come Aiace, ultimo baluardo degli Achei prima che muoia definitivamente un altro elemento da custodire gelosamente nell’Ufficio di Pesi e Misure a Sevres insieme alle altre unità ufficiali tipo ovvero “il chilogrammo”, “il metro”, “il litro”, “la fotografia di Bersani alias faccia e cozzetto”. Se qualcuno di Voi possa pensare che tra questi ci sia un intruso si sta sbagliando e a riprova premete anche voi il tasto aggiorna sul pc contraddistinto da due freccette verdi che si rincorrono come due cani che vogliano mordersi la coda e non ci arrivano. * olim – un tempo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog