Cerca

una soluzione moltosemiseria

LA SOLUZIONE DEL PROBLEMA POLITICO ovvero LO STALLO dello SPECCHIO TRIANGOLARE Caro Presidente Napolitano, il Suo esploratore (Bersani ndr) si è perso nella foresta. Forse bisognerebbe mandare una pattuglia a recuperarlo, e con la massima urgenza. Ma non di saggi, di Alpini! Perchè Lei, caro Presidente, è un po' come lo yogurt... in scadenza. Tanto è che il messaggio che arriva dalla foresta è: per questa settimana lasceremo stare tutto e ci occuperemo solo del cambio di yogurt e magari ci sta anche un aperitivo con l'ineleggibile. Se dessimo una scrollatina a Monti? Oops, ha ragione Presidente, meglio di no. Sarebbe un terremoto in cristalleria. Bersani dice che intanto che pensa, un governo c'è. Come dire che potrebbero anche fare qualcosa. Grasso lo rallenta. Franceschini apre una porta che si richiude subito modello UPIM. Bah! Intanto i Grillini urlano il rosario della costituzione fuori orario. A proposito, caro Presidente, Lei che la costituzione la sa a memoria da qualche decennio, mi conferma che l'art 72 richiede solo che le commissioni parlamentari rispecchino le proporzioni del voto: ovvero 3 bersani, 3 berlusconi, 3 grillo, 1 monti. Non c'entrano le proporzioni del governo. Non c'entra neanche il governo. Pensi un po' come me la giocherei io questa partita: si, perchè la partita è tutta nelle Sue mani caro Presidente. E' Lei che sta gestendo questo atroce ritardo. ALLORA... comiciamo dal disperso nella foresta Bersani Johnes, io gli toglierei il mandato esplorativo e nel giro di un paio di giorni, forse tre, i suoi gli fanno pressioni dimissorie, lui fa il passo indietro, il cavallo Renzi mette sotto scacco il RE. Alfieri e Torri del Politburo fanno un po' scudo e un po' propaganda. Si formano delle 3 correnti interne chiare e Renzi con un colpo di reni esce dal gioco e fonda i PROGRESSISTI DEMOCRATICI alleandosi con Grillo e gli Italiani del rinnovamento. Un flusso cospicuo di parlamentari ex PD vengono scambiati in dogana con una trentina di grillini pentiti. A questo punto approvano al volo un legge che impedisce ogni carica a Berlusconi tranne quella di SUA SANTITA' sul modello Cinquestelle. Berlusconi potrà nominare chi vuole lui a PRESIDENTE della Repubblica, mentre Renzi sarà il prossimo Presidente del Consiglio. Un nuovo Governo di Ministri coi piedi per terra comincerà ad amministrare per conto degli Italiani il lavoro della nostra Repubblica PARLAMENTARE che riformerà il paese attuando tutti i punti possibili del programma di Berlusconi, e di Renzi e di Grillo. Mentre la Coop Bersani controllerà che tutti facciano il loro dovere ed il meglio per il nostro paese consapevole di avere sempre quando necessario l' appoggio di Beppe Grillo. Casomai si trovassero in crisi, lo chiedano agli Italiani con nuovi modelli referendari. Helvetia Docet! FACILE, NO? --- Fabio Gallana 10 aprile 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog