Cerca

disoccupati e artigiani al fallimento

Nel 1688 John Locke pose un quesito che ad oggi ancora non è stato risolto: un cieco che abbia imparato a riconoscere col tatto un cubo e una sfera, se riprendesse la vista saprebbe individuarli distintamente ? Addirittura l'enigma si trova inserito nel Saggio sull'intelletto umano del 1694. Io invece mi pongo un altro diverso problema. Se un magistrato, un politico, un notabile con lauto stipendio sicuro a fine mese, che conosce la miseria solo per sentito dire, saprebbe individuare la disperazione di un disoccupato se lo vedesse direttamente o avrebbe bisogno di patire la fame per capirla ?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog