Cerca

Ultime novità da Bologna la rossa

Che a Bologna accadessero cose strane si sapeva ma ultimamente stiamo battendo ogni record. Il sindaco Merola, fino a qualche mese fa bersaniano di ferro, nel bel mezzo del suo tour a sostegno del referendum sulle scuole pubbliche (con tanto di assenze in Consiglio comunale) si scopre improvvisamente renziano. E mentre annuncia di dover aumentare le tasse perché <> e l’assessore Malagoli, per lo stesso motivo rattoppa le buche che infestano le strade cittadine (col risultato che dopo due giorni di pioggia le buche sono diventate voragini) salta fuori che in realtà, il bilancio comunale ha un tesoretto di ben 42 milioni. Dulcis in fundo, la storica San Donato calcio (attiva dal 1948 e simbolo di quel “sociale” a cui la sinistra ha sempre prestato attenzione, almeno a parole) rischia di chiudere, in quanto, pur avendo rivinto un tribolato bando (che tre anni fa, talmente era pasticciato, rischiava di essere assegnato ad una società di Bari) risulta “prigioniera di sé stessa” in quanto il Comune non le ha ancora notificato la riassegnazione, e non sembra intenzionato a farlo. Nel frattempo, per ben due volte, è stato rubato il rame dalle grondaie dell’impianto di tale società, e i circa 300 bambini iscritti non hanno nemmeno più uno spogliatoio di cui fruire. FILIPPO RATTA BOLOGNA

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog