Cerca

L'isola che non c'è

Egregio Direttore, si fa un gran parlare sui candidati adatti alla Presidenza della Repubblica e purtroppo non esiste il nome condiviso. Non vedo come non possa essere così, perché tutti i candidati hanno una loro storia, ognuno è espressione di una parte e non vedo come possa rappresentare tutti. Anche le personalità non politiche, e forse anche in misura maggiore, rivendicano le proprie origini culturali e politiche. Il problema è che ci troviamo in un sistema di veti incrociati che bloccano la democrazia. La Chiesa può usufruire dello Spirito Santo per indirizzare le menti, noi comuni mortali, difficilmente troveremo l’isola che non c’è. Antonio Mirabile

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog