Cerca

Orientamenti futuri

Gentile Direttore, Deve stare attento Grillo. Se continua a bluffare con la sinistra perderà i sostenitori provenienti da quell’area. Se continua a far credere di voler flirtare con la sinistra, inevitabilmente, finirà col perdere i parcheggiati della destra, che, paradossalmente, sembrano più determinati dei sostenitori della sinistra, nel voler ritornare ad indossare la vecchia casacca moderata. Per riaffermare il notevole consenso ottenuto e riattivare il processo di agglutinazione culturale e politica, deve solo sperare in un ulteriore sviluppo e consolidamento della depoliticizzazione dell’elettorato. E’ questa una delle strade da percorrere per favorire quel processo di fidelizzazione che porterà alla formazione di un elettorato stabile che costituirà la base del Movimento. Ma al di là di queste considerazioni stocastiche, una variabile concreta si oppone alle aspirazioni ecumeniche di Grillo, derivate dall’infinito e pervasivo potenziale costituito dai collegamenti in rete. Una pletora di giovani belli, intelligenti e capaci che, man mano, si avviano a sostituire i vecchi politici cresciuti con la televisione e che male hanno interpretato il fenomeno prima, e ancora dopo continuano a non capire, liquidando la novità Cinquestelle con epiteti e sberleffi, come ho sentito da taluni pur autorevoli esponenti, soprattutto appartenenti all’area moderata. La miopia è diffusa, ma le nuove generazioni che stanno crescendo nei partiti tradizionali hanno perfettamente capito il fenomeno, pronti ad intercettare consenso. Pur nella diversità degli schieramenti hanno un denominatore comune costituito dalla energia della gioventù , puliti dalle incrostazioni delle vecchie ideologie, maggior senso di collaborazione con le colleghe, che al fascino della bellezza uniscono capacità e competenze. E’ la ruota che gira inesorabile. E’ importante che i vecchi accompagnino ed agevolino questo processo. Il mondo corre veloce, alle nuove generazioni va consegnato il loro destino, perché più freschi di idee e costretti dalla comune contingenza a trovare la soluzione ai problemi. Antonio Mirabile

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog