Cerca

Al Giglio,l'appetito vien...naufragando

Ai gigliesi,ossia agli abitanti dell'isola del Giglio,da quando l'Armatore della sfortunata Costa Concordia si è dimostrato disponibile a risarcire le famiglie delle vittime del naufragio e "oltre",l'appetito è venuto mangiando e sta aumentando. Il Comune dell'isola del Giglio pretende addirittura ottanta milioni di Euro (come antipasto,il pranzo solo a nave rimossa...). La motivazione ? : " Gli evidenti irreparabili danni alla propria identità, alla sua naturale vocazione turistica e alla sua immagine destinata ormai ad essere associata a tale tragico evento. Senza dire poi del più completo stravolgimento di una delle più belle aree paesaggistiche del suo territorio e della sua costa, del porto, della vita dell'isola e della popolazione". Tutti stravolti dalle migliaia di turisti "guardoni" che hanno portato palanche nell'isola. E pensare che si tratta dello stesso comune che sollecitava e magnificava i cosiddetti "inchini" delle immense navi da crociera sotto costa, proprio al fine della valorizzazione turistica. I Comuni rivieraschi,impoveriti dalla "spending review",auspicano un naufragio all'anno. E gli avvocati ? Un naufragio ogni sei mesi !" Per carità,senza vittime...!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog