Cerca

Prime crepe e buchi neri

Come sempre, quando si vince, si è tutti d’accordo, ma quando c’è l’intoppo sorgono i problemi. Rischiano di diventare palesi tutte le contraddizioni legittimamente presenti nel Movimento Cinquestelle. Pare che l’elezione del Presidente della Repubblica possa creare nuove vittime, oltre Bersani. Le fibrillazioni che si percepiscono provenire da un movimento così eterogeneo rischiano di lasciare sul campo qualche esponente autorevole del movimento. Ed il tutto sempre per questioni di lana caprina. Le stelle hanno una grossa energia, ma quella stessa energia che le compone, può scomporsi e finire in un buco nero. I segnali di allarme provenivano da più parti e la freschezza del movimento deve pian piano confrontarsi con i riti e le camarille della politica. Maggior raziocinio e moderatezza impongono un ridimensionamento dei bollenti spiriti che persino Grillo sembra contenere. Continua il pericolo per il movimento di una deriva incontrollata con la perdita di voti, soprattutto dal versante moderato. La maturità dell’elettorato dimostra comprensione veloce dei problemi e l’orientamento della gente può essere facilmente indirizzato, ma al contempo registrare repentini dietrofront. E’ questo il bello della democrazia e speriamo solamente che si resti nell’alveo della stessa. Antonio Mirabile

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog