Cerca

"Pasta con le vongole senza vongole"...dal Salotto di Bartolo Fontana

Sono gli “hipster”, giovanissimi chef stellati contemporanei e retrò al tempo stesso. Si concentrano esclusivamente sulla loro arte, ai contabili l’arduo compito di far quadrare i conti del ristorante. Non si creda che sia una cosa da poco la conoscenza di questo segreto. Accade spesso che i venditori vogliano fare i compratori e viceversa e il fallimento è assicurato. La necessità genera virtù, si sa. In ogni settore c’è qualche “hipster” e non lo sappiamo, eppure sarebbe bello capire dove. Un lavoro contemporaneo abbinato ad una concezione retrò: come far camminare a braccetto progresso e civiltà. Parlando di cucina, in questo caso, sarà opportuno che i termini siano adeguati. Qualsiasi ingrediente dovrà essere usato con equilibrio, saggezza e misura. Potremmo trovarci, altrimenti, con la ricetta di Marianna Vitale della “Pasta alle vongole senza vongole”. La suggeritrice fu sua nonna. Quando la necessità genera virtù e, in certi casi, la “fame” tanta fantasia. È ora, forse, di aggiungere un posto a tavola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog