Cerca

a proposito dell'iva

Buongiorno, in riferimento alle lagnanze quotidiane che sentiamo sui mancati incassi degli artigiani e piccoli commercianti, devo far notare (pur comprendendo la situazione economica in cui versa il paese) che a conti fatti non è cosi' come vien fatto credere. Esempi da me sperimentati: Meccanico, sostituzione catena distribuzione cinghie manodopera il materiale l'ho procurato io x motivi di reperibilita' € 200 senza ricevuta. Sellaio: rifacimento imbottitura sedile 60€ e vai cosi' che vai bene. Elettrauto batteria 100€ e tante grazie. Non parliamone se le cifre sono piu' corpose !!!!!! E potrei continuare all'infinito. E' chiaro che dopo la prima volta, si entra in confidenza con i vari personaggi ed effettivamente che senso ha farsi fare la ricevuta o fattura quando poi non te ne viene nulla in tasca se non sapere di star ad ingrassare col 20% i magna magna del governo che sull'iva e tutto il resto ci campano. Allora senza tante questioni di etica -dignita' e tutte queste balle retoriche, perche' non si fa una legge che permetta al cliente di scaricarsi la meta' dell'iva o rimborsata al privato che non puo' scaricarsela dal 740? E' vero che cosi' l'incasso x lo stato sarebbe minore, ma sarebbe sicuro il restante, senza calcolare che le fatturazioni globali delle imprese sarebbero obbligate ad emergere ed aumentare e quindi a pagare piu' di cio' che non pagano ora allo stato non fatturando assolutamente nulla.(mi riferisco ai servizi fatti al privato, poiche' le aziende la esigono guarda caso perche' la scaricano tutta). Ecco perche' ci si sente in dovere di fottere piu' che si puo' questi soldi che devono andare allo stato (scritto minuscolo apposta) quindi stando cosi' le cose, viva l'evasione fiscale!!! Cordialita' Erminio Ottone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog