Cerca

Sansone non è ancora calvo

Esultano i mercati e sorride l’Europa perchè si prospetta un governo italiano stabile per le larghe intese, ma questa soddisfazione rassomiglia tanto a quella del creditore che si compiace per la buona salute del debitore. Pensano che la stabilità sia la garanzia che continueremo ad obbedire alle loro politiche del rigore come i soldatini di cassaniana memoria. Al di qua delle Alpi ci auguriamo, invece, che governo stabile voglia dire governo che, consapevole della propria forza, si decida finalmente a sbattere i pugni sul tavolo per ottenere politiche meno mortifere e più intelligenti per tutti i Paesi che arrancano. Minacce ne abbiamo ricevute fin troppe, è ora di ricordare ai vari Filistei che siamo la settima potenza economica mondiale e che una nostra eventuale caduta avrebbe gli stessi effetti di quella di Sansone che non aveva perso tutti i capelli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog