Cerca

la solitudine ( canta rosy bindi )

LA SOLITUDINE ( canta rosy bindi ) bersani se n'e' andato e non ritorna piu' il voto delle 8:30 senza lui E' un'urna di metallo senza l'anima Nel freddo del mattino grigio di citta' A roma il banco e' vuoto, Bersani e' dentro me E' dolce il suo respiro fra i pensieri miei Distanze enormi sembrano dividerci Ma il cuore batte forte dentro me Chissa' se tu mi penserai se con d'alema non parli mai se ti nascondi dietro me sfuggi gli insulti e te ne vai rinchiuso a piacenza te ne stai stringi forte il giaguaro a te piangi e non lo sai Quanto male ti fara' la solitudine. Bersani nel diario ho una fotografia giocavi con i puffi ed eri tenebro la stringo forte al cuore e sento che ci sei fai calcoli di governo e qiurinale sai Vendola e i consigli che monotonia lui col sel ti ha portato via di certo il tuo parere non l'ha chiesto mai ha detto un giorno tu mi capirai Chissa' se tu mi penserai se con prodi e marini parlerai per non soffrire piu' per me ma non e' facile lo sai A roma non ne posso piu' e le sedute senza te dormire e' inutile tutte le idee si affollano su te Non e' possibile capire la vittoria con noi due ti prego aspettami amore mio ma illuderti non so La solitudine fra noi questa paura dentro me di perdere il posto a montecitorio senza te Ti prego aspettami perche' non posso stare senza te Non e' possibile dividere la storia di noi due

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog