Cerca

Dario Fo e i disabili

Vale la pena di sottolineare le battute del Premio Nobel Dario Fo sulla condizione fisica dell’onorevole Brunetta, nel caso fosse diventato Ministro: “Brunetta che giura da Ministro? La prima cosa che faccio è cercare un seggiolino per poterlo mettere a livello, all’altezza della situazione. Oppure meglio una scaletta, così se la regola da sé”. Fare ironia sulla condizione fisica è offensivo per tutte quelle persone che ogni giorno combattono con la malattia o con l’handicap e apre una strada pericolosa nei rapporti civili. Da troppo tempo comici e intrattenitori, nel maldestro tentativo di far ridere, si prendono gioco di personaggi pubblici, non giudicandone l’operato, ma il loro aspetto o la loro condizione fisica. Troppo assordante il silenzio delle associazioni che dovrebbero tutelare i diritti dei diversamente abili. Troppi i diritti negati in questi anni sulla salute, su lavoro e pensioni, e su integrazione. Chiedere scusa a Brunetta equivale a chiedere scusa a tutti coloro che soffrono. Antonio Montoro

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog