Cerca

Dubbio

Gentile Direttore, vengo subito al dunque. Leggo il Vostro quotidiano, ma non solo quello. Come tutti ho le mie fisime, che mi tengo ben strette perchè ci ho messo una vita a maturarle. Una di queste è quella di non leggere quanto scrivono alcuni opinionisti; l'occhio si rifiuta. Parlo in special modo di uno implicato nell'omicidio del commissario Calabresi Su un quotidiano di ieri, addirittura in prima pagina, lo vedo pontificare sui tragici e dolorosi fatti di Roma. Stavolta mi sembra troppo. Non posso commentare quanto scritto, ripeto, ho le mie fisime. Ma non le sembra perlomeno inopportuno tutto ciò? Mi rendo conto che ha pagato i suoi debiti con la giustizia, ma farne un maitre a penser della sinistra non le sembra esagerato? Un dignitoso oblio non sarebbe più opportuno?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog