Cerca

razzisti o esasperati?

Con l'ipocrita affermazione che gli immigrati siano una risorsa, se ne vuole favorire un maggior afflusso in Italia, piuttosto che una regolamentazione. Nella mia città sono pochissimi quelli che lavorano regolarmente. Marocchini e tunisini che svolgono "l'attività" di ambulante (ovviamente abusivo). Pakistani che vendono collane, bengalesi venditori di fiori nei semafori e ristoranti, e frotte di senegalesi che bivaccano nei parcheggi dei centri commerciali, ospedali, uffici pubblici e perfino nei cimiteri. In questo modo possiamo consolarci per la perdita di una persona cara con l'acquisto di un accendino e, con il pretesto di indicarti un parcheggio libero (spesso a pagamento), ti propongono l'acquisto di qualcosa o, in alternativa, un obolo. E' spesso probabile, che al ritorno, i reticenti trovino un "ricordino" nella carrozzeria. Questo fenomeno, iniziato negli anni nonanta, e' cresciuto a dismisura, diventando insostenibile, soprattutto per chi si deve arrabbattare anche per un euro. Anche i semafori sono presidiati, le spiagge battute ininterrottamente. Insomma ci si sente braccati a casa nostra. Gli immigrati sono una risorsa? forse, solo dall'alto di uno "scranno", cui si e' pervenuti da esclusivi circuiti internazionali,

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog