Cerca

Nulla di certo.......ma licenziamola

Egregio Direttore, persone che si suicidano perchè perdono il posto di lavoro. Che tristezza infinita leggere di questi fatti tutti i giorni, disperazione totale, paura di non farcela, deludere le aspettative della famiglia che ti aspetta a casa, tutte sensazioni conprensibili, considerata la leggerezza e il potere dato dai nostri politici alle aziende poco serie e riflessive, incoscienti, discriminatori e aggiungo profittatori. Sono stata licenziata per una storia oscura di cui non si comprende ancora il senso. A 53 anni, mentre aspetti questa agognata pensione da 1000 euri al mese, ti ritrovi ad aver gettato via 33 anni la lavoro, vita, e quant'altro. Ma vi è di più.....mentre aspetti la tua sentenza questa Azienda Leader nel campo della Ristorazione Aziendale a Torino, di obbliga a chiedere mesi e mesi di CIG, poichè non sapevano che direzione prendere nei miei confronti. Ora ci si accorge che i fondi per la CIG sono esauriti!!!!!! Lo credo bene!!!!! Se le Aziende ne fanno uso per queste ragioni.......Pensi che una nostra collega è rimasta in CIg per mesi e mesi e mesi tutto ciò autorizzato dalla direzione!! Vergogna.....aziende vergogna a tutti quanti!!!!!!! Ora ci si preoccupa delle reazioni della gente che siamo noi i nuovi disoccupati di 50 anni!!!!! Cordialità e a presto per dettagli contattatemi pure grazie Direttore.............Patrizia Pellegrino

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog