Cerca

Roberto Benigni e "La vita è bella"

Chiedo esplicitamente al Direttore, Maurizio Belpietro, mio collega, di pubblicare la notizia del plagio da parte di Roberto Benigni di una mia sceneggiatura. Io, comunque, da più di vent'anni sono pensionata ma non per questo inattiva. Più per mio diletto che altro, mi dedico alla fotografia, alla realizzazione di DVD con filmati ecc. Ma tempo fa ho editato io stessa "La Valle Vigezzo Atmosfere”, ancora in vendita nella libreria "Il Rosso e Il Blu" dello scrittore Benito Mazzi che si trova a Santa Maria Maggiore (Valle Vigezzo). Benito Mazzi è stato Direttore di "L'eco dell'Ossola" con sede a Domodossola e ha vinto numerosi premi letterari. Da parte mia, recentemente ho dato alla stampa quattro pubblicazioni: 1970 Naviglio Grande con relativo dvd (contiene le prime fotografie da me realizzate nella zona di Porta Ticinese durante un corso serale di fotografia, a suo tempo sviluppate -rullino B/N- e stampate da me) - e tre libretti della serie “i quaderni di Maria Rosa Biassoni”: La grande Onda (omaggio a Hokusai) - Lès Penitents des Mées - Sentore di violette in cantina (il testo di quest’ultimo è presente anche in internet). Ieri sera, 8 maggio, casualmente ho incontrato Renzo Arbore nel negozio Mondadori di via Marghera a Milano (è stato presentato il libro a lui dedicato edito dalla RAI) e ho accennato, mentre firmava il libro da me acquistato, che ero io la persona che vantava il fatto del plagio di Roberto Benigni di una mia sceneggiatura, Credo che io gli sia apparsa quale “la Madonna”, perché per un attimo o anche più è rimasto un po’ sbalordito. Probabilmente, dalle voci che corrono, si era fatto di me un’altra idea. Arbore, comunque, è personaggio molto simpatico e “positivo”: porta allegria da sempre e non è mai stato noioso. Gli ho accennato al quasi “martirio” cui sono stata sottoposta (mi auguro di non esserlo più) per la vicenda e mi ha detto che potevo contattarlo via internet, ma io questa mattina non sono riuscita a trovare un sito dove tempo fa avevo tentato di inserire qualcosa, e qualcosa è entrato. Ma non lo ritrovo più. Ma a te, Belpietro, questa storia può interessare poco o niente. A me, invece, interessa e molto, la pubblicazione della notizia, già comunque inserita da me in “Naviglio Grande 1970”, a pag.60/2, pagina da me inserita anche in una e.mail inviata alla Melampo, dove ho fatto pervenire più volte il sollecito a compiere l’atto che mi è dovuto. Ringrazio. Maria Rosa Biassoni

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog