Cerca

SUGGERIMENTI X IL GOVERNO

Caro Dr. Belpietro, formulo di seguito una proposta per il governo per la quale mi interessa il suo intelligente parere. Il patrimonio immobiliare e mobiliare (partecipazioni) dello Stato Italiano assomma a una cifra imponente (migliaia di miliardi). Lo Stato potrebbe inventariarne per un valore di almeno 1000 miliardi, li potrebbe far peritare da importanti Enti internazionali per poi emettere certificati di proprietà di questo patrimonio valorizzati in Euro. Questi certificati da 5, 10, 20, 50 e 100 Euro sarebbero in tutto simili a moneta e come tale ne potrebbe essere disposta per legge la loro utilizzazione come mezzo di pagamento naturalmente solo entro i confini dello Stato, essendone la circolazione presidiata dalla Banca d’Italia. L’applicazione di quanto sopra potrebbe risultare nella possibilità di abbattere il debito pubblico, trovare i soldi per ogni provvedimento quali l'eliminazione dell'IMU e dell'IRAP, e dell'IRPEF almeno per i redditi inferiori ai €1500 mensili. Man mano che i beni statali peritati venissero venduti questa moneta speciale potrebbe essere parimenti ritirata. Naturalmente potrebbe sorgere la necessità per il cittadino pagato con questi certificati di acquistare all'estero, ma questo non costituirebbe un problema se le Banche fossero obbligate a cambiare con Euro l'ammontare necessario per ogni contrattazione con l'estero di privati o ditte purché tali contrattazioni fossero reali. In pratica circolerebbero in Italia due monete di cui una (circa 1000 miliardi costituirebbe una percentuale minima della circolazione monetaria, ma risolverebbe ogni problema che oggi il Governo deve fronteggiare. Cosa ne pensa? Grato di un suo parere le invio i miei cordiali saluti e l’augurio di ogni successo per Libero di cui sono affezionato e costante lettore. Giovanni Coscia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog