Cerca

La keynge non ne azzecca una

Ogni volta che parla dice una cavolata. La cittadinanza non e' uno strumento di integrazione, cara ministra. Uno straniero non si integra acquisendo la cittadinanza di un altro paese. Si integra se lo vuole e se assimila la cultura del paese che lo ospita. Ma, guarda caso, chi vuole la nostra cittadinanza o quella di altri paesi europei, non vuole integrarsi affatto, non ci pensa nemmeno, anzi vorrebbe imporre la sua cultura( a volte sottocultura) e la ministra lo sa benissimo. E se non lo sa, si guadi attorno. Le faccio un esempio: Londra 7/7/2005. Cittadini britannici di seconda generazione, che vivevano di sussidi. Ecco a cosa serviva loro la cittadinanza. In un'intervista alla BBC, un Imam rispose alla domanda: come cittadino britannico non si sentirebbe in dovere di denunciare preparativi di attentati da parte della sua gente? No di certo, la cittadinanza mi serve solo per poter andare dove mi pare, tutto qui. E per avere i sussidi, aggiungo io. Ecco un esempio lampante di integrazione da cittadinanza. e, come ho gia' detto in un altro post: la smetta con le favole, noi non ci crediamo. P.S. Le dispiace dire quale sarebbe la societa' civile che lei tira sempre in ballo? un consiglio: parli meno, ci guadagnera' in credibilita'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog