Cerca

In-Giustizia

Egregio Direttore, ho subito due sentenze giudiziarie (Tribunale di Lecco e Corte d'Appello di Milano) basate su elementi assolutamente inventati: nello spogliatoio della piscina Pratogrande di Garlate LC, in assenza di dispositivo antisdrucciolo e con pavimento viscido, mi sono infortunata con conseguenze invalidanti (100%) dopo ben 5 interventi chirurgici e 19 mesi di degenza. Due settimane dopo, un'altra frequentatrice (assidua) della piscina ha subito infortunio e conseguenze analoghe, nello stesso punto del passaggio obbligato. Le due sentenze c.s. hanno dato ragione alla piscina, basandosi appunto su elementi inesistenti, per cui non riceverò alcun risarcimento e dovrò pagare le spese processuali alla Controparte. - La prego di voler pubblicare tale arbitrarietà sul Suo giornale. - Grazie e cordiali saluti. - Christa Giese

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog